HardKernel ODROID-GO Advance, la console portatile da 55$ per emulazione a 32 bit!

Sono oramai anni che Hardkernel, produttore situato in Corea del Sud, ci deliza con dispositivi a basso costo che mirano ad offrire estetica e prestazioni simili a brand più blasonati, come ad esempio Raspberry Pi.

Nell’oramai lontano giugno 2018, la Hardkernel aveva festeggiato il suo decimo anniversario annunciando al mondo la console portale ODROID-GO che, con alcuni limiti, permetteva all’utente di emulare le console di vecchia data su un dispositivo portatile: tale versione aveva però alcuni limiti hardware centrici, in quanto eseguiva solo titoli ad 8-bit. La società ha però saputo ascoltare la propria community, che chiedeva un ulteriore step evolutivo e permettere quindi di emulare anche console più “recenti”, come Sony Playstation: ebbene, la richiesta è stata esaudita e, a partire da fine gennaio 2020, sarà possibile ordinare la nuova ODROID-GO Advance!

Sia chiaro, non è stato fatto un salto prestazionale incredibile, ad esempio inserendo uno Snapdragon 855, ma per l’obiettivo posto è stata scelta la seguente configurazione hardware:

SoC CPU : RockChip RK3326 (Quad-Core ARM Cortex-A35 1.3GHz)
GPU : Mali-G31 Dvalin
Memory 1 GB (DDR3L 786Mhz, 32 Bits bus width)
Storage SPI Flash (16 Mbytes Boot), Micro SD Card slot (UHS-1 Capable interface)
Display 3.5 inch 320×480 TFT LCD (ILI9488, MIPI interface)
Audio Earphone Jack, 0.5Watt 8Ω Mono
Battery Li-Polymer 3.7V/3000mAh, Up to 10 hours of continuous game playing
DC Jack 2.5mm diameter DC plug: A USB charging cable is included
External I/O USB 2.0 Host x 1, 10Pin port(I2C, GPIO, IRQ at 3.3Volt)
Input Buttons F1, F2, F3, F4, F5, F6, A, B, X, Y, Direction Pad, Left Shoulder, Right Shoulder, Analog joystick
Power consumption Power consumption Game emulation: 100~115mA, Sleep mode: 5.3~5.8mA, Power off: 0.1 m

Di seguito il diagramma Hardware in questione:

In attesa dell’effettiva messa in vendita, il team di sviluppo ha iniziato a lavorare sul Sistema Operativo, che sarà il classico Emulation Station (nonché RetroArch), garantendo che al momento le piattaforme emulate correttamente sarebbero:

  • atari2600
  • atari5200
  • atari7800
  • atarilynx
  • gamegear
  • gb
  • gba
  • gbc
  • mastersystem
  • megadrive
  • nes
  • pcengine
  • pcenginecd
  • psp (Playstation Portable)
  • psx (Playstation 1)
  • segacd
  • snes

Ecco una breve demo della console in sviluppo:

Come molti sapranno, magari avendo esperienza con board come Raspberry Pi, RetroArch prevede la possibilità di modificare i parametri di Clock del SoC e, in questo caso, possiamo ipotizzare che in futuro sarà possibile innalzare leggermente le prestazioni generali del dispositivo.

L’arrivo di una console simile, con un produttore conosciuto ed un forum a supporto, potrebbero sicuramente incuriosire i più smanettoni, a differenza di soluzioni similari già disponibili su portali come Aliexpress (ad esempio a questo link), dove l’acquirente può sicuramente trovare prodotti analoghi, ma con completa assenza di supporto post vendita sia lato hardware che lato software.

In conclusione, ecco alcuni link utili nel caso siate interessati alla nuova Odroid-Go Advance: